Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.internal_encoding is deprecated in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/string/string.php on line 28

Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.input_encoding is deprecated in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/string/string.php on line 29

Deprecated: iconv_set_encoding(): Use of iconv.output_encoding is deprecated in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/string/string.php on line 30

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/templates/iyosisj3/libs/helper.php on line 4

Deprecated: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/includes/application.php on line 539

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/templates/iyosisj3/libs/helper.php on line 4

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/templates/iyosisj3/libs/helper.php on line 11
Briciole

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 652

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /var/www/virtual/annagirardi.com/htdocs/libraries/joomla/filter/input.php on line 654

Human Nature

E se

ci incontrassimo

su questo prato

siederei con te tra l'erba alta

discorrendo,

trascorrendo le ore

nel poetare distratto

di farfalle ballerine

nella luce intensa

di intuizioni condivise.

 

Api e libellule

sarebbero poi testimoni

del nostro spogliarci

dell'abitudine malsana

a non essere mai abbastanza

noi

 

e le nuvole,

le nuvole sorriderebbero

al nostro segreto sognare.

 

_______________________________________________________________________



La stanza della Libertà

Un vero musicista suona ciò che è.

Le mani che percuotono tasti o pizzicano corde sono guidate dalla tecnica, dall’esperienza e dallo studio, ma se il suonare si limitasse a questo, il risultato sarebbe un arido susseguirsi di note, pause, meccanici crescendo e diminuendo. Spesso capita, in effetti: addirittura ascoltiamo un brano dal vivo e diciamo che sembra una registrazione, come fosse un complimento al musicista, come se la perfezione fosse virtù assoluta, nella Musica.

Poi, se si è realmente fortunati, accadono serate in cui si ha il privilegio di comprendere davvero. Ci si siede nella penombra di un teatro e si ascolta la Musica di un uomo seduto davanti al suo pianoforte. Si ascolta e si capisce la differenza tra l’eseguire ed il suonare. Si osserva l’estasi ed il tormento mischiarsi nelle espressioni del volto di quell’uomo, nell’eleganza dei suoi gesti ora misurati, ora rabbiosi, nel sorriso che si spande a tratti sulle sue labbra, luminoso, magnetico.

Non è uno spartito, ciò che si sta ascoltando: è un racconto che contiene svariate ore di meticolosa preparazione, certo, ma anche molto altro. La Musica che ti avvolge e che quelle mani stanno suonando contiene folle di pensieri venuti da molto lontano, sorrisi ed amarezze, dolore, esultanza, entusiasmo e malinconia. Contiene viaggi, visi, solitudini, moltitudini, nervi scoperti, appassionata e coraggiosa presenza, ostinazione e frustrazione, esaltazione, impeto ed ardore. C’è un Uomo, in quella Musica, c’è un’intera, temeraria esistenza nelle note che si espandono libere in quella grande stanza da concerto. Un’esistenza di straordinaria, rara Bellezza donata nobilmente a chiunque voglia ascoltarla.

(ispirato dall'esecuzione dal vivo di The 12th Room, Ezio Bosso. La mia gratitudine, Maestro.)

 

_____________________________________________________________________________________________________________________ 

Perchè??!

Non lo so se

possa giovare

questo mio

perpetuo peregrinare

tra parole messe in croce,

concetti ed illazioni,

demoni inespressi

ed inconsce verità.

So che non ho scelta:

ho parole chiuse in gabbia

da salvare dal linciaggio

di un mondo sordo ed alienante

che le vorrebbe far tacere.

Datemi carta bianca,

un pennino e del silenzio:

è tutto ciò che

esigo

dal vostro mondo perso.

 

__________________________________________________________________________________

Di solo silenzio

Forse pioverà. Quelle nubi hanno il temporale scritto in faccia. Son là che mi guardano ostili e prepotenti, scivolano verso di me sull’acqua color piombo. Scommetto che mi spettineranno come le altre volte, quelle stronze. E poi, se ci sono loro, lei non verrà.

Sto sulla duna più alta del giardino botanico litoraneo, io. Ottimo punto di osservazione, non avrei potuto scegliere di meglio: la strada alle mie spalle, il giardino ai miei piedi, la spiaggia ed il mare a qualche centinaio di metri di fronte a me. Non mi sfugge nulla, da qui.

La prima volta che l’ho vista era un sabato di Maggio e la spiaggia era deserta. Il fruscio del pareo che strisciava leggermente sulla sabbia, un libro in una mano ed un asciugamano blu nell’altra. Per il resto, era fatta di solo silenzio. Si è seduta, le gambe incrociate, a fissare il mare, non si è mossa per un tempo interminabile. Mi è parso che si muovesse addirittura meno di me. Da quel giorno si siede ogni mattina nello stesso punto, sempre avvolta dal vento leggero della riva, sempre attenta a non fare rumore. Le prime volte io la guardavo e mi chiedevo il perché di tutto quello scrutare l’orizzonte: io qui ci devo stare per forza, sono nato qui, come potrei mai vivere da un’altra parte? Ma lei cosa cerca in mezzo a tutta quell’acqua, cosa ci vede?

Poi, un pomeriggio di sole dolce, si è voltata per un istante verso di me e mi ha guardato: mi ha fatto scivolare lo sguardo addosso, partendo dalla chioma, giù lungo il tronco squamato e croccante da pino marittimo, fino a toccare la base da dove esco, dove le mie radici scavano assetate nella sabbia tiepida. Un sorriso, forse, poi si è voltata di nuovo verso il mare. E’ stato in quell’attimo che ho capito: quei suoi occhi blu somigliavano al mare che tanto sondavano dalla riva, ma non per il colore, no. Era per il furore e l’inquietudine schiumosa di un movimento perpetuo, magico e tragico insieme.

Ho scosso i rami, fatto cenno agli altri in giardino di non svelare il segreto.

 

__________________________________________________________________________________________________________

Alba.

 

L'eventuale armonia delle cose dipende dal loro equilibrio e dal momento in cui accadono,

non troppo presto,  non troppo tardi, ecco perché ci è tanto difficile raggiungere la perfezione.

     (José Saramago)

 

Alba. Tangenziale d’asfalto e nebbia, arroganze gratuite tra le corsie.

Nello spazio piombato di un abitacolo c’è chi ascolta un album di qualche anno fa. Cartoncino bianco, un uomo di profilo in copertina. In quel tormento estraniante di cemento e velocità, c’è chi riesce a sentirsi altrove. Mentre la voce esce dalle casse, c’è chi  vi riconosce stupefatto parole familiari.

Corrispondenze.

Medicamento.

Incanto.

In quel momento c’è chi, in un abitacolo intorpidito con vista grigio industriale, intuisce un canto fraterno, guarda la strada e sorride.

La bellezza indicibile di un’epifania.

(Dedicated to G.)

 

 ___________________________________________________________